Print pagePDF pageEmail page

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è LOGO-ELFO-PUCCINI.jpg

I classici dell’Elfo online

Una selezione video delle produzioni della compagnia del Teatro dell’Elfo

Quarta puntata: da Leonardo da Vinci a Shakespeare

Quarto appuntamento con lo showcase  delle produzioni del Teatro dell’Elfo. Un palinsesto che prevede pubblicazioni online con cadenza settimanale – tutti i giovedì – e che si concentra soprattutto sui testi classici, a partire dagli spettacoli shakespeariani che hanno fatto la storia della compagnia e che continuano il loro successo anche in video: questa settimana l’originale Tempesta di Ferdinando Bruni e la prossima lo spettacolo cult di De Capitani Sogno di una notte di mezza estate. Ma non mancano le drammaturgie originali e i one man show dei nostri attori, come il sorprendente omaggio di Elena Russo Arman a Leonardo.
Si accede alla piattaforma vimeo dal  sito del teatro: www.elfo.org.

Il teatro è una cosa viva, che si manifesta tra persone vive. Un incontro tra esseri umani.  Ma in questo tempo difficile e sospeso, in attesa di poter nuovamente incontrare il pubblico nelle sale dell’Elfo Puccini, abbiamo provato  a condividere le emozioni del palcoscenico in modo diverso, mettendo a disposizione di tutti gli spettatori le riprese video di alcuni spettacoli degli anni passati. E il successo che questa iniziativa sta avendo, con 15.000 visualizzazioni, ci fa pensare che ci sia, sempre e comunque, bisogno  di teatro.

SE VUOI SOSTENERE IL TEATRO DELL’ELFO, DONA SUBITO CON ART BONUS E RECUPERI IL 65% DEL TUO CONTRIBUTO

Online da giovedì 9 aprile: 

LA TEMPESTA di Shakespeare
uno spettacolo di Ferdinando Bruni e Francesco Frongia per attore, fantocci, figure animate e musica
sculture di scena Giovanni De Francesco, con Ferdinando Bruni

Ferdinando Bruni, esuberante, istrionico e sottilmente ispirato, in palandrana scura e cappello a cilindro sdrucito, è Prospero e, da solo, fa parlare tutti gli altri personaggi del capolavoro shakespeariano, mutando voce, accenti, intonazioni, cantando e sdoppiandosi senza tregua: «è bravissimo, anima i suoi spettri, dà loro cento voci e magia teatrale, impegna la sua arte di attore appieno».
Un one-man show  percorso da una densa colonna sonora e popolato da una corte di inquietanti fantocci che danno corpo a tutti gli eroi, gli uomini e gli spiriti del capolavoro shakespeariano: Ariel è un lieve fazzoletto bianco sormontato da una testolina illuminata e Calibano un’esotica maschera da mamutones, gli altri protagonisti sono surrogati di corpi, sculture visionarie e oniriche create assemblando materiali di recupero da Giovanni De Francesco.

LEONARDO, CHE GENIO!
Uno spettacolo pop-up di e con Elena Russo Arman.

Un grande libro chiuso che attende di essere aperto e che contiene la storia del più grande uomo del Rinascimento. Un mondo in tre dimensioni che, pagina dopo pagina, ripercorre le tappe fondamentali della vita del grande artista. A raccontarci i suoi successi, ma anche le difficoltà è Elena Russo Arman che, come una cantastorie, ne ripercorre l’esistenza attraverso un libro pop-up che ha interamente progettato e realizzato e che avrebbe forse divertito Leonardo, sempre attento ad intrattenere e sorprendere il suo pubblico.


Terzo appuntamento con le pubblicazioni online (sulla piattaforma vimeo) delle produzioni del Teatro dell’Elfo. Un palinsesto che prevede tre titoli ogni settimana (in uscita il giovedì) e che si concentra inizialmente sui testi classici, a partire dagli spettacoli Shakespeariani per passare ai monologhi dedicati ai grandi poeti e scrittori interpretati dai nostri attori fino ad alcuni titoli contemporanei. Si accede alla piattaforma dal  sito del teatro: www.elfo.org.

Il teatro è una cosa viva, che si manifesta tra persone vive. Un incontro tra esseri umani. Questa è e rimane la convinzione degli artisti dell’Elfo. Ma in questo tempo difficile e sospeso, in attesa di poter nuovamente incontrare il pubblico nelle sale dell’Elfo Puccini, proviamo a condividere le emozioni del palcoscenico in modo diverso e mettiamo a disposizione di tutti gli spettatori le riprese video di alcuni spettacoli degli anni passati. Ricordando che si tratta di filmati realizzati con mezzi essenziali, con lo scopo di conservare una traccia dell’effimera vita degli spettacoli teatrali.

Tre produzioni alla settimana. Online da giovedì 2 aprile: 

ROMEO E GIULIETTA di  William Shakespeare
regia di Ferdinando Bruni (edizione 2013)

Quinto “Shakespeare” dell’Elfo – dopo Amleto (1993), Sogno di una notte di mezza estate (1997), Il mercante di Venezia (2003) e La tempesta (2005) e  Il racconto d’inverno ( 2010) – è il capostipite di una linea artistica abbracciata dalla compagnia che racconta con testi, sia classici che contemporanei, lo scontro/incontro tra vecchie e nuove generazioni. L’edizione del 2013 che viene proposta online vede nel  cast  Alessandro Bruni Ocaña nel ruolo di  Romeo e Camilla Semino Favro in quello di Giulietta.

SALOMÉ da Oscar Wilde
uno spettacolo di Ferdinando Bruni e Francesco Frongia
con Ferdinando Bruni, Enzo Curcurù  e Mauro Bernardi  (edizione 2010/11).

Un’inquietante Salomé, interpretata unicamente da uomini e ambientata nel baraccone di un luna park di periferia.  Bruni e  Frongia hanno riscritto l’opera originale intrecciando brani delle ultime opere di Wilde (in particolare dalla Ballata del carcere di Reading e De Profundis), interviste e dichiarazioni.

LA MOGLIE Viaggio alla scoperta di un segreto
di e con Cinzia Spanò
regia di Rosario Tedesco

Uno spettacolo scritto e interpretato da Cinzia Spanò, tra le attrici più intelligenti e attive del panorama milanese, qui diretta da Rosario Tedesco. Al centro dello spettacolo Laura, personaggio ispirato alla moglie del fisico Enrico Fermi. A Los Alamos, nel deserto, mentre il premio Nobel lavora al Progetto Manhattan, la moglie, lontana da casa e dagli affetti, non può che interrogarsi sul mistero che avvolge le ricerche del marito.


Per questo secondo appuntamento con lo showcase degli spettacoli dell’Elfo (online dal 26 marzo al 2 aprile)  il palinsesto si amplia e dai classici si apre alla drammaturgia dei nostri giorni. Proponiamo uno spettacolo che ha avuto un grande successo al debutto nel 2017 e alla ripresa andata in scena nello scorso gennaio, amato da tanti spettatori: Atti osceni – I tre processi di Oscar Wilde. Da vedere e rivedere.
Un grazie di cuore va a Moisé Kaufman, autore del bellissimo testo, che con un gesto di solidarietà ha acconsentito alla pubblicazione del video.
Ma anche i classici non mancano e non manca la musica e la poesia, da ascoltare oltre che da vedere. In primo luogo Shakespeare, presente con sonetti portati in scena da Elena Russo Arman con Alessandra Novaga alla chitarra, quindi  l’omaggio ad Edgar Alan Poe di Bruni/Frongia con le musiche originali di Teho Teardo.

In attesa di poter nuovamente incontrare il pubblico nelle sale dell’Elfo Puccini, stiamo provando a condividere le emozioni del palcoscenico in modo diverso e il successo che hanno avuto i primi video proposti ci fa sperare di riuscirci almeno un po’.

Ecco i titoli on line da giovedì 26 marzo:

ATTI OSCENI I tre processi di Oscar Wilde
di Moisés Kaufman
regia, scene e costumi di Ferdinando Bruni e Francesco Frongia
con Giovanni Franzoni, Nicola Stravalaci, Riccardo Buffonini, Giuseppe Lanino, Edoardo Chiabolotti, Ciro Masella, Ludovico D’Agostino, Filippo Quezel.

Un racconto biografico, un legal thriller ambientato nel 1895 alla Corte di Londra, scandito da una frase lapidaria: ‘la Regina contro Oscar Wilde’. Atti osceni è tutto questo e molto di più: è un rito teatrale in cui si parla di arte, di libertà, di teatro, di sesso, di passione.

UNA SERIE DI STRAVAGANTI VICENDE un omaggio a Edgar Allan Poe
scritto, diretto e illustrato da Ferdinando Bruni  e Francesco Frongia, con Ferdinando Bruni.

Un viaggio oltre uno specchio nero in un paese delle meraviglie al negativo. Paura, ma anche ironia, disperazione, ma anche passione e l’inesausta voglia di raccontare storie. E poi la poesia: ballate misteriose e filastrocche inquietanti. La voce di Bruni dialoga con le musiche e i suoni di Teardo e le immagini di Francesco Frongia in questo viaggio nella parte oscura della luna.

DOVE SEI, O MUSA,  i sonetti di Shakespeare, portati in scena da  Elena Russo Arman, con Alessandra Novaga alla chitarra.

Un viaggio emozionante attraverso 22 sonetti di Shakespeare e attraverso le musiche di John Dowland, che prendono vita grazie alla voce di Elena Russo Arman – qui anche regista – e alla chitarra di Alessandra Novaga.


Il Teatro dell’Elfo ha avviato giovedì 19 marzo la pubblicazione sulla piattaforma vimeo  dei  video dei sui spettacoli. Un palinsesto che prevede tre titoli ogni settimana (in uscita il giovedì) e che si concentra inizialmente sui testi classici, a partiredagli spettacoli Shakespeariani per passare ai monologhi dedicati ai grandi poeti e scrittori interpretati dai nostri attori. Si accede alla piattaforma dal sito del teatro: www.elfo.org .

Il teatro è una cosa viva, che si manifesta tra persone vive. Un incontro tra esseri umani. Questa è e rimane la convinzione degli artisti dell’Elfo. Ma in questo tempo difficile e sospeso, in attesa di poter nuovamente incontrare il pubblico nelle sale dell’Elfo Puccini, proviamo a condividere le emozioni del palcoscenico in modo diverso e mettiamo a disposizione di tutti gli spettatori le riprese video di alcuni spettacoli degli anni passati. Ricordando che si tratta di filmati realizzati con mezzi essenziali, con lo scopo di conservare una traccia dell’effimera vita degli spettacoli teatrali.
Il palinsesto che proponiamo si concentra nelle prime settimane sui classici, da Racconto d’inverno a Romeo e Giulietta, dall’omaggio ad Edgar Alan Poe di Bruni/Frongia Una serie di stravaganti vicende, alle poesie di Emily Dickinson portate in scena da Elena Russo, al Frankenstein raccontato da Elio De Capitani; con l’aggiunta dello spettacolo di Cinzia Spanò La moglie, dedicato alla moglie di Enrico Fermi.

Tre spettacoli alla settimana. Online da giovedì 19 marzo:

Racconto d’inverno di William Shakespeare, uno spettacolo del 2010 per la regia Ferdinando Bruni ed Elio de Capitani, anche interpreti insieme a Elena Russo Arman, Cristina Crippa, Luca Toracca, Gabriele Calindri, Federico Vanni, Nicola Stravalaci, Umberto Petranca e i giovani Camilla Semino Favro e Giuseppe Amato;
Frankenstein, il racconto del mostro, monologo di Elio De Capitani dal romanzo di Mary Shelley;
La mia vita era un fucile carico uno spettacolo di Elena Russo Arman sull’immaginario poetico ed esistenziale di Emily Dickinson

In aggiunta a questi ricordiamo ai nostri spettatori che possono riascoltate le belle letture di romanzi e trasmissioni di Radio3 che hanno avuto i nostri attori come protagonisti.

Per il ciclo Ad Alta Voce

Ferdinando Bruni ha letto:
L’onda dell’incrociatore di Pier Antonio Quarantotti Gambini

Elio De Capitani ha letto:
Cristo si è fermato a Eboli di Carlo Levi
Il sistema periodico di Primo Levi

Categories: INIZIATIVE

Leave a Reply