Print pagePDF pageEmail page

TRIENNALE MILANO TEATRO

11-12 febbraio 2020
ore 20.00

Tiago Rodrigues (Portogallo)

By Heart

ByHeart ©Magda Bizarro

scritto e interpretato da: Tiago Rodrigues / testo con frammenti e citazioni di: William Shakespeare, Ray Bradbury, George Steiner, Joseph Brodsky e altri / scene, oggetti, costumi: Magda Bizarro / traduzione in inglese: Tiago Rodrigues, rivista da Joana Frazão/ produzione della prima versione: Magda Bizarro, Rita Mendes / produzione: Teatro Nacional D. Maria II a partire da una versione della compagnia Mundo Perfeito / coproduzione: O Espaço do Tempo, Maria Matos Teatro Municipal / lavoro realizzato con il sostegno di Governo de Portugal | DGArtes

spettacolo in inglese sovratitolato in italiano
lo spettacolo include parti improvvisate non tradotte

durata: variabile (90 – 120 minuti) 

ByHeart ©Magda Bizarro

Il punto di vista di Margareth

Il lavoro di Tiago Rodrigues è certamente poetico ma non desidero imprigionare solo in questa definizione il suo fare arte. Utilizza gesto, azione, improvvisazione mirata e misurata, emozione, dialogo, scambio reciproco, ricordo e assonanza, partecipazione: ricrea “comunità”. Il vecchio focolare intorno al quale i nostri predecessori si sedevano e si riunivano diventa oggi il valore perso ma che qualcuno cerca di far riecheggiare.

Fermarsi…senza questa semplice azione di “stop” non possiamo riafferrare il valore che Tiago ci rimette a disposizione con estrema e lucida semplicità.

Non sono i clamori a parlare di sé, sono le parole “dimenticate” o “accantonate” e riprenderci per mano, a strapparci per un momento alla nostra continua corsa che rende sbiadita ogni cosa. Il lavoro di Tiago è molto intenso e avvolgente: consente il ritrovarci a riscoprire i pezzi mancanti al nostro appello personale. 

Non si tratta di un lavoro solo mnemonico e di restituzione; non è unicamente un gioco momentaneo…in realtà è il valore dell’esperienza che ci portiamo con noi e per sempre. E’ qualcosa di molto più grande!

“Fare esperienza” è esattamente questo: la poesia diventa esperienza personale e che non dimenticheremo mai, sarà sempre con noi.

La semplicità consente un enorme apporto antropologico e sociale: noi siamo esperienza di vita che si fa continuamente.

Con Tiago si ricompone un puzzle i cui pezzi sono sparsi tra versi diversificati come diversificati sono i nostri singoli umori immersi nel fiume della nostra esistenza; li riprendiamo, anche quelli che non comprendiamo o non abbiamo mai conosciuto e si ripristina la curiosità e la dedizione all’ascolto e alla ricerca, alla pluralità e alla memoria, dal singolo al gruppo in un impeto entusiasmante di recupero di noi stessi.

Ed è così che è nato il teatro; ed è così che Tiago lo racconta coi versi di autori che echeggiano non solo nello spazio ma nei nostri corpi quando li ricordiamo e ne pronunciamo le parole di cui sono composti lasciandoli agire come veri taumaturghi.

Margareth Londo

ByHeart ©Magda Bizarro

Uno dei più dirompenti ed acclamati autori e registi del teatro internazionale, vincitore del prestigioso Premio Europa nel 2018 e amatissimo da pubblico e critica.

In By heart (A memoria) spettacolo-rivelazione dell’artista portoghese, Tiago Rodrigues insegna una poesia a dieci persone che non hanno mai visto la performance in precedenza e non hanno idea di quale testo dovranno imparare a memoria di fronte al pubblico. Mentre insegna loro, Rodrigues mescola al racconto una serie di aneddoti legati alla propria biografia: la nonna ormai semicieca e le storie di scrittori e personaggi di libri che sono, in qualche modo, legati sia alla nonna che a lui stesso.

I libri sono lì, in scena, dentro cassette da frutta in legno: così, man mano che ogni coppia di versi viene insegnata, emergono improbabili connessioni che uniscono il premio Nobel Boris Pasternak, un cuoco del nord del Portogallo, un programma tv olandese intitolato Beauty and Consolation e il mistero dietro la scelta della poesia viene infine lentamente svelato.

ByHeart ©Magda Bizarro

Vera e propria esercitazione di resistenza, che arriva al termine solo quando i dieci novelli “soldati” arrivano a padroneggiare la poesia a memoria, By heart è un lavoro sull’importanza della trasmissione, dell’invisibile traffico clandestino di parole e di idee che solo mantenere un testo nella propria memoria può fornire. Ma è anche una riflessione sul teatro, che riconosce se stesso in quanto luogo di trasmissione di ciò che non può essere misurato in metri, euro o bytes, e sul nascondiglio sicuro che i testi proibiti hanno sempre trovato nella nostra mente e nei nostri cuori, come estrema garanzia di civilizzazione anche nei tempi più barbari e desolati. Come afferma George Steiner (filosofo e critico letterario francese tra i più influenti del Novecento) in un’intervista per Beauty and Consolation «una volta che 10 persone conoscono a memoria una poesia, non c’è nulla che il KGB, la CIA o la Gestapo possano fare. La poesia sopravviverà».

ByHeart ©Magda Bizarro

Vincitore nel 2018 del XV Premio Europa Realtà Teatrali, il più importante riconoscimento europeo di settore, Tiago Rodrigues (1977) è attore, drammaturgo e regista. Il suo teatro sovversivo e poetico lo ha reso uno degli artisti più importanti del Portogallo. Ad appena 21 anni Rodrigues abbandona la scuola di teatro per lavorare con la compagnia belga STAN, con la quale partecipa alla creazione di diverse opere presentandole in 15 paesi: la libertà esperita con il collettivo belga segnerà profondamente il suo lavoro futuro. Nel 2003 fonda insieme a Magda Bizarro la compagnia Mundo Perfeito, con la quale crea e presenta più di 30 performance in più di 20 paesi, diventando una presenza regolare sui prestigiosi palcoscenici del Festival d’Automne di Parigi, del norvegese METEOR Festival, di Theaterformen in Germania, del Festival TransAmériques in Canada e del Kunstenfestivaldesarts di Bruxelles. Come coreografo e danzatore ha collaborato con diverse compagnie portoghesi ed internazionali, così come con coreografi e danzatori. Come insegnante, ha lavorato presso la scuola di danza PARTS, sotto la direzione di Anne Teresa De Keersmaeker, la scuola svizzera di performing arts La Manufacture e ha preso parte al progetto internazionale École des Maîtres. Parallelamente al lavoro teatrale, ha scritto sceneggiature per il cinema e per la televisione, articoli per giornali, poesie e saggi. Le sue performance più recenti gli sono valse grandi riconoscimenti a livello internazionale e numerosi premi in Portogallo e nel mondo: tra questi ricordiamo By Heart (2013), Antony and Cleopatra (2015), Bovary (2014), The way she dies e Sopro (2018). Grazie al suo mix sapiente di storia e fiction e alla sua capacità di riscrittura dei classici, il teatro di Tiago Rodrigues è profondamente radicato in una pratica di lavoro con e per l’attore, sempre alla ricerca di una catarsi poetica della realtà attraverso gli strumenti della scena. Un desiderio che si è concretizzato di recente nel progetto Occupation Bastille (2016), con la simbolica “occupazione artistica” del Théâtre de la Bastille di Parigi da parte di un centinaio di artisti e spettatori. Dal 2015, Tiago Rodrigues è Direttore artistico del Teatro Nacional D.Maria II di Lisbona.


Triennale Milano Teatro – T. 02 72434258 – Web triennale.org
e-mail biglietteria.teatro@triennale.org | orari: martedì-domenica 10.30 – 19.30

Nei giorni di programmazione la biglietteria resta aperta fino all’inizio dello spettacolo.

Categories: IN EVIDENZA

Leave a Reply