Print pagePDF pageEmail page

TEATRO MANZONI – Milano

Dal 3 al 6 ottobre 2019

Feriali ore 20,45 – domenica ore 15,30

I Like Puglia

PRESENTA

EMILIO SOLFRIZZI

ANTONIO STORNAIOLO

IL COTTO E IL CRUDO

Scritto e diretto da

Emilio Solfrizzi e Antonio Stornaiolo

“Tutto il mondo è un palcoscenico e gli uomini e le donne sono soltanto attori. Hanno le loro uscite e le loro entrate e nella vita ognuno recita molte parti…”.

Così Shakespeare in “Come vi piace”, quasi a sottolineare che la vita di ognuno di noi altro non è se non una sequenza di scene e controscene. Il teatro allora diventa il luogo ideale per parlare delle debolezze, ma anche delle straordinarie qualità del genere umano.

Con le affilate armi dell’ironia e della leggerezza, attraverso dialoghi serrati, fraseggi comici, esilaranti calembour, lo spettacolo propone in scena una coppia storica della comicità pugliese.

E proprio la Puglia, come regione, come territorio ricco di attrattive, ma soprattutto come luogo dell’anima dove ritrovarsi, è tra le protagoniste della messa in scena. I due, infatti, racconteranno della sua profonda e positiva trasformazione negli ultimi anni. Dalla valorizzazione delle eccellenze enogastronomiche allo sviluppo dell’industria cinematografica, fino ad arrivare al trionfo del turismo che ha fatto sì che oggi essa sia tra le mete più ambite al mondo. Vanteranno con orgoglio questi risultati, con un giusto rimando alla civiltà contadina ed ai ricordi d’infanzia.

Uno spettacolo per chi ama l’improvvisazione, i salti nel vuoto e, soprattutto, il ragù che cuoce dalle cinque di mattina.

Quanto è bello ritrovarsi fuori da un teatro nell’attesa dell’ingresso e osservare volti sorridenti e ansiosi di assistere allo spettacolo.

Ieri sera questo è avvenuto al Teatro Manzoni a Milano.

Certo, Cabaret presuppone allegria ma Emilio Solfrizi e Antonio Stornaiolo hanno portato molto altro insieme a tanto calore umano.

I due protagonisti della scena e padroni del palco hanno coinvolto il pubblico ricreando, sin da subito, un’atmosfera di grande partecipazione. La capacità attoriale completa due persone già ricche di vitalità. Il sorriso non ha mai avuto blocchi o pause. E’ stato un continuo di partecipata gioia che ha concesso il privilegio di trascorrere due ore e mezza senza sosta nel sorriso spontaneo e sincero.

Non malizia forzata, non ironia tagliente e pungente, non fraseggi smodati e non turpiloqui senza senso: il pubblico non ha assistito, piuttosto, ha vissuto le vite e le riflessioni dei due protagonisti come parte di una grande famiglia che accarezza la vita e ne gioisce in compagnia. Del resto, Solfrizi e Stornaiolo conoscono bene il loro pubblico e conoscono bene l’educata e dolce carezza che consente di scardinare le barriere umane.

Semplicità, sagacia, intelligente disanima della vita si evincono dalle gag educatamente condotte e consentono, ad ogni singolo spettatore, di entrare in quello spaccato umano che i due attori hanno donato senza riserve e senza risparmiarsi un solo attimo.

Ne è testimonianza la chiusura: attori e pubblico uniti in una sola voce a intonare le canzoni dei primi esordi televisivi dei due mattatori consolidando quel legame e calore umano, il colore della gioia, che ha invaso tutto e tutti.

Non usuale, non scontato…vero abbraccio tra arte e mondo: questa è la bellezza.

Grazie Emilio e Antonio!

Margareth Londo

  • TEATRO MANZONI
  • via Manzoni, 42 – Milano
  • 02 7636901 – INFO@TEATROMANZONI.IT

Leave a Reply